fbpx
Scroll to top
© 2020, Hacrea, Per i creatori
Share
fr en it

Arredare casa in stile orientale: caratteristiche di design e decorazione


hackrea - 18 Febbraio, 2020 - 0 comments - 33 visualizzazioni

Molti saranno probabilmente d’accordo sul fatto che lo stile orientale abbia un magnetismo speciale, grazie al quale l’interno è percepito solo come favoloso e magico. È probabile che persone provenienti da diversi paesi del mondo cerchino di integrare la loro sistemazione in questa fiaba. Oggi non promuoveremo l’interno orientale come il migliore o il più adatto alla vita, ma parleremo solo delle sue caratteristiche principali.

Le principali direzioni dello stile orientale

Alla menzione dell’Oriente, tuttavia, nell’immaginazione, non ci sono solo cospirazioni di famose storie arabe, ma anche una sottile filosofia dei paesi asiatici. A questo proposito, va notato che lo stile orientale degli interni può essere arabo o asiatico. Ognuno di loro ha qualità uniche e caratteristiche che riflettono un certo stile di vita.

Prima di attrezzare gli interni in stile orientale, è necessario realizzare tutte le sottigliezze, i vantaggi e gli svantaggi. Forse per alcune persone l’atmosfera eccessivamente rilassata e le vivaci combinazioni di stanze arabe non sono adatte, ma la monotonia e la moderazione delle case giapponesi possono infastidire gli altri.

Come base, usa i colori bianco, legno, grigio, cobalto, erbe scure, sabbia e spezie.

Direzione araba

Dovresti essere pienamente consapevole che lo stile arabo degli interni: sembra sempre attraente e lussuoso, l’ambiente è chiaramente imponente e tutti gli oggetti colpiscono per la forma e la bellezza dei fiori. Una caratteristica notevole dello stile è l’eccezionale naturalezza di tutti i materiali utilizzati: legno, fucina, doratura, pietra, mosaico, piastrelle, raso, seta, velluto e altri.

You should be fully aware that the Arab style of the interior: it always looks attractive and luxurious, the setting is clearly imposing and all the objects are striking by the shape and beauty of the flowers. A remarkable characteristic of the style is the exceptional naturalness of all the materials used: wood, forge, gilding, stone, mosaic, tiles, satin, silk, velvet and others.

Archi alti

Se, tuttavia, decidi di ricreare le caratteristiche dello stile arabo nella stanza, ricorda: questo apparirà realistico solo nelle stanze alte con disegni a motivi geometrici sul soffitto o nelle volte.

Il design di quest’ultimo richiede alcuni calcoli chiaramente verificati e potrebbe non essere possibile nello spazio dell’appartamento. Ma quando l’altezza delle stanze lo consente, puoi creare un design su più livelli e completarlo con un drappo, caratteristico di questo stile.

Buona illuminazione dello spazio

Dimentica che lo stile orientale dovrebbe essere scuro: il crepuscolo è adatto solo la sera, in alcuni casi, per creare una certa atmosfera. Altrimenti, lo stile arabo coinvolge grandi finestre, molta aria e luce.

La sera, l’interno aiuterà ad illuminare una grande varietà di luci, dal lampadario principale perforato alle applique, tra cui luci da terra, lampade e lampade da tavolo.

Ricchi colori naturali

È molto naturale usare il colore negli interni dei paesi arabi, mentre i toni al neon non sono adatti qui e solo una tavolozza naturale è la benvenuta.

Puoi scegliere tre o quattro tonalità di base e combinarle tra loro o applicare diversi colori vivaci che si fondono perfettamente. Scegli colori come rosso carminio, giallo caldo, blu oltremare e viola, lilla e bordeaux, ocra e terracotta, smeraldo e zaffiro, rubino, malachite e turchese.

Scultura traforata e abbondanza di ornamenti

Da un punto di vista religioso, le immagini di persone e animali sono vietate nel mondo musulmano. Ma le persone nei paesi arabi hanno trovato una via d’uscita usando intricati ornamenti geometrici e motivi floreali di bellezza senza precedenti. Di conseguenza, i due sono diventati la decorazione principale e più caratteristica di case ed edifici architettonici.

Farai la cosa giusta se saturerai l’interno in stile orientale con molta scrittura araba, ornamenti spessi, damasco o ikat e una rigorosa geometria delle figure intrecciate e di altri. Usali nei tessuti, decorando il soffitto e le pareti con rilievi, tappeti, decorazioni, in generale, ovunque.

Da tutte le superfici dell’interno orientale, l’ornamento è lentamente migrato nello spessore di legno e metallo. Pertanto, è anche necessario arredare una stanza con mobili intagliati e oggetti metallici perforati.

Archi

È una delle caratteristiche più riconoscibili dell’interno orientale. Gli archi sono ancora molto popolari durante la costruzione di edifici residenziali e pubblici nel mondo arabo. Inoltre, molto spesso usano la loro forma a lancetta o a ferro di cavallo nel design di aperture di finestre e porte, porte anteriori, nicchie e cornici decorative. Approfitta di questa magnifica e colorata tecnica di decorazione d’interni.

Tessuti colorati e decorazioni

Sappiamo che i mobili degli interni orientali sono divani soffici, cuscini trapuntati alti, pouf. Tutti questi elementi dovrebbero tuttavia avere una caratteristica comune: è un rivestimento lucido in raso, seta, velluto, spesso integrato da pennelli, mussola e perle decorative in vetro. Questi mobili devono essere decorati con piccoli cuscini quadrati, rettangolari, rotondi o cilindrici (a rulli).

Inoltre, la decorazione della stanza con gli accessori non sarà completa senza specchi nelle cornici figurate, lampade con perforazioni, candele nei lampioni, complessi lambrequins sulle aperture delle finestre e, naturalmente, senza tappeti sul pavimento e sulle pareti.

Stile asiatico all’interno

Una delle religioni più antiche è diventata la ragione dell’emergere di uno stile speciale, unico nel suo genere, che riflette ancora la sottile filosofia del buddismo. Per poter progettare un interno in stile asiatico, dovresti sapere che ha due zone: giapponese e cinese, ma ognuna è molto diversa dall’altra.

Ascetismo giapponese

Gli interni in stile giapponese sono estremamente minimalisti:

  • Le superfici non sono decorate con nulla o viene utilizzato un arredamento minimale.
  • Le camere sono separate da pareti sottili.
  • Non ci sono quasi mobili, per esempio: non è comune usare sedie, i tavoli non superano i 30 cm dal suolo; i letti sono bassi, le persone dormono senza cuscini o supporti speciali per la testa e il collo;
  • I pavimenti sono ricoperti di tappeti: tappeti lisci realizzati con fibre naturali.
  • Armadi e cassettiere non vengono utilizzati e gli oggetti vengono riposti in cassapanche o contenitori speciali con comodi sedili.
  • La gamma di colori è prevalentemente neutra e naturale: tonalità chiare di legno, sabbia, bianco e nero, verde naturale.
  • Tutti gli oggetti e le superfici sono realizzati con materiali naturali: legno, bambù, rattan, carta di riso e tessuti leggeri naturali.

Non dovresti essere sorpreso, perché un vero giapponese, come ogni membro della sua famiglia, ha bisogno delle cose più necessarie e fa più che compensare la ricchezza della sua anima con la scarsità del suo alloggio.

Sapore cinese

Lo stile cinese degli interni differisce notevolmente da quello giapponese. L’arredamento è più vario. Come i colori e i motivi, come nell’habitat giapponese, predominano i colori della fauna, ma sono molto più utilizzati nello stile della decorazione cinese. Nella stessa stanza possono essere usati contemporaneamente più colori e sfumature, ma questo deve essere armonioso: verde con nero e rosso, blu con bianco e sabbia, marrone con rosa e insalata, ecc.

Le combinazioni di colori negli interni cinesi si manifestano principalmente con motivi colorati e sottili che coprono le pareti, ricoperti di tessuto o ricoperti di carta da parati (ricoperti di vernice). Utilizziamo principalmente motivi vegetali, immagini di uccelli in fiore, animali mitici, alberi in fiore.

L’interno cinese è rinomato per la sua suddivisione in zone e, in combinazione, per i suoi schermi decorativi e gli zigzag pieghevoli. Alcune copie sono notevoli per la loro insolita bellezza: con elementi intagliati e trame dipinte a mano descritte sopra.

Il bambù è il segno distintivo di qualsiasi interno cinese.

Questa pianta in tutti i paesi asiatici è stata coltivata ed è stata utilizzata con successo nella costruzione, nell’arredamento e nella decorazione. Germogli di bambù sono raffigurati sulla maggior parte dei dipinti cinesi, facciate di mobili in legno, disegni tessili, alle pareti.

Dalle piante, vengono realizzati supporti per mobili, sgabelli, cornici per specchi, rivestimenti decorativi e altro ancora. Il bambù viene utilizzato in ambienti umidi per la costruzione di panche, sedie e supporti, piante viventi decorano gli interni, costituendo uno dei simboli principali dello stile cinese.

Decorazioni in stile cinese

L’arredamento del interno in stile cinese è completato da dipinti – pannelli che utilizzano la tecnica di applicare frammenti di legno, paglia o mosaici. Un vaso o un set di porcellana cinese o la sua imitazione, ricoperta da un motivo bianco e modello blu con falene, uccelli, draghi, boschetti di bambù, diventerà una decorazione dignitosa e incredibilmente caratteristica della stanza.

Lo stile cinese all’interno ci obbliga anche a comprare per noi diversi accessori insoliti (rane con monete, statuette di Buddha, draghi dorati) che, se posizionati correttamente nello spazio, porteranno sicuramente fortuna, prosperità e amore.

Related posts

Pubblica un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *