Cucina con isola: vantaggi e idee arredamento di tendenza

Cucina con isola: vantaggi e idee arredamento di tendenza

hackrea - Aprile 2, 2021 - visualizzazioni 16 - 0 mi piace

Una cucina spaziosa è il sogno di ogni casalinga. Tuttavia, uno spazio impressionante richiede un design appropriato: estetico, confortevole e razionale. Oggi, sempre più proprietari di case e appartamenti possono permettersi tali ambienti, e quindi la crescente popolarità di una tale soluzione come un’isola da cucina è comprensibile. Se sei interessato anche all’organizzazione dello spazio “a isola”, è tempo di imparare un po’ di più su questo elemento di design: i suoi vantaggi, le sue caratteristiche e una varietà di forme e finiture che permetteranno alla tua cucina di suonare in un modo nuovo.

Cos’è un’isola cucina: il design ei suoi vantaggi

In generale, l’isola della cucina è un mini-set, posizionato al centro della stanza. La sua disposizione è abbastanza varia: può consistere in un ampio piano d’appoggio con cassetti sotto ed essere utilizzato come tavolo da pranzo, fungere da zona lavoro, essere dotato di lavello e piano cottura a induzione, oppure può anche combinare le funzioni di una base di cottura e un sistema di contenimento. Tutte queste caratteristiche hanno permesso ai progettisti di evidenziare diversi vantaggi dell’isola:

  • Zonizzazione riuscita dello spazio. Se vuoi separare l’area di lavoro dalla zona pranzo, non c’è quasi nulla rispetto all’isola della cucina – e soprattutto in termini di ergonomia. Non è necessario alcun intervento di riqualificazione o utilizzo di tramezzi, è sufficiente installare i mobili nel punto desiderato.
  • Tutto è a portata di mano. Secondo i designer, l’isola cucina non occupa spazio: lo crea. In effetti, può contenere tutto ciò di cui hai bisogno: da piatti e utensili a asciugamani, tovaglie, scorte di cibo e libri di cucina. È possibile determinare il numero e la dimensione dei cassetti sotto il piano di lavoro dell’isola.
  • Multifunzionalità. Come accennato in precedenza, puoi progettare un’isola per tutto ciò che fai fondamentalmente in cucina. È più conveniente per qualcuno cucinare su di esso, per qualcuno – organizzare una zona umida su di esso, e qualcuno vede in essa una simbiosi creativa di un tavolo da pranzo e un bancone da bar. In ogni caso, la sua adattabilità è impressionante.
  • Look elegante e contemporaneo. Un paio di decenni fa, molti hanno visto queste isole solo nei film e la loro associazione con interni rispettabili e alla moda è ancora abbastanza forte. Inoltre, la scelta delle opzioni di design è sufficientemente ampia oggi e puoi ordinare un’isola di qualsiasi forma: quadrata compatta, rettangolare allungata, costruita con una linea spezzata o asimmetrica, sotto forma di trapezio o semicerchio. Dipende già dalle tue preferenze personali.

Isola cucina: come capire se ne hai bisogno o no

I vantaggi di un’isola cucina sono innegabili. Tuttavia, non si può non tenere conto che questo tipo di arredamento ha alcune caratteristiche. Per non trasformarli in svantaggi, è essenziale prestare loro molta attenzione e riflettere su tutti i pro e contro di una tale decisione. Siamo sicuri che i nostri consigli ti saranno utili:

  • Assicurati di avere abbastanza spazio nella tua cucina. I progettisti affermano che l’area minima consentita su cui l’isola apparirà appropriata e armoniosa è di 15 metri quadrati. Se la tua cucina è più piccola o ha una configurazione stretta e allungata, ahimè, dovrai abbandonare l’isola.
  • Decidi se hai bisogno di un’isola prima della ristrutturazione. Ciò si applica principalmente ai casi in cui si prevede di attrezzare un’area di lavoro. Potrebbe essere necessario installare tubi fognari, impermeabilizzare il campo, installare cavi elettrici per la cappa e il piano cottura. Tutto ciò deve essere considerato prima.
  • Costo. Un’isola da cucina comoda e di alta qualità non sarà economica.Pianifica attentamente le spese della tua isola: un preventivo dettagliato tornerà sicuramente utile.

Installazione di un’isola cucina: alcuni consigli pratici

Quindi, l’area della tua cucina è abbastanza adatta per l’installazione dell’isola. Il passaggio successivo consiste nel risolvere problemi tecnici specifici, che includono le seguenti sfumature:

  • Trovare un posto per l’isola. È importante rendersi conto che l’isola della cucina è tutt’altro che mobile e, dopo l’installazione, sarà impossibile spostarla. Ecco perché è essenziale pensare in anticipo alla sua posizione e assicurarsi di essere a proprio agio nell’usarla, oltre a spostarla in uno o nell’altro angolo della cucina. Inoltre, pianifica la sua forma in modo da non colpire gli angoli sporgenti in seguito.
  • Pianifica il trasferimento delle comunicazioni. Supponiamo di sognare di sistemare la cappa e un’area di lavoro. In tal caso, è necessario considerare attentamente l’installazione di tubi necessari, nonché l’installazione di cavi elettrici sotto la retroilluminazione, il piano cottura e la cappa. È meglio affidare la soluzione di tali problemi ai professionisti: elaboreranno un piano ben pensato e eseguiranno con competenza tutto il lavoro.
  • Considera l’idea di sollevare il pavimento. Fornire comunicazioni di solito significa costruire un podio, la cui altezza è sufficiente per posare tubi e cablaggi. Da cosa e come sarà realizzato, vale la pena decidere insieme agli specialisti.
  • Sviluppa uno scenario di illuminazione. Se la tua isola è progettata come area di lavoro, i faretti e la luce della cappa aspirante possono essere sufficienti. Tuttavia, se il design combina le funzioni di un tavolo da pranzo e un bancone da bar, puoi facilmente mostrare la tua immaginazione utilizzando vari modelli e quantità di sospensioni a soffitto.

La superficie media di un’isola cucina va da 1-3 metri quadrati, anche se puoi facilmente permetterti di grandi dimensioni. In ogni caso, concentrati sulle tue esigenze e convenienza.

Cucina con isola per diversi stili di arredamento

Una cucina con isola è una soluzione universale. Sarà adatta a qualsiasi interno e, se realizzato su ordinazione, può essere facilmente adattata a qualsiasi progetto di design. Quando decidi l’aspetto dell’isola, affidati principalmente allo stile in cui è realizzata la tua cucina.

Classico

Un’isola in legni pregiati, con un piano di lavoro lucido e dettagli decorativi espressivi adornerà la cucina. Soprattutto organicamente, mini-buffet e bar con illuminazione ben progettata sono integrati in tali strutture. Le isole dal design classico sono caratterizzate da:

  • angoli arrotondati o estremità raggiate, di forma ovale o tonda;
  • vetri colorati nelle ante degli armadietti;
  • l’elegante decoro delle facciate: intagli, rilievi, graziosi accessori, balaustre;
  • materiali costosi e pratici: legno massello naturale per i livelli inferiori, piani di lavoro in pietra;
  • cappe spettacolari, spesso del tipo a camino.

Vintage

Quando si sceglie un’isola cucina in stile vintage, non è necessario tendere alla perfezione e alla cosiddetta “lucentezza”. Il vintage implica un’attitudine speciale per gli oggetti d’antiquariato e la loro integrazione competente negli interni, e quindi puoi trovare molte soluzioni attraenti per una cucina con isola:

  • utilizzare una credenza antica o un tavolo in legno come isola;
  • lavorazione del legno grezzo – levigatura incurante, spazzolatura, piccole crepe;
  • uso puntuale del decoupage;
  • cesti in vimini e filo metallico.

Industriale

La cucina con isola in stile industriale si fonda armoniosamente con l’ambiente circostante di pareti in mattoni intonacate con disinvoltura e mobili in pelle. Il design di un tale elemento deve essere pensato con molta attenzione: i designer consigliano di prestare attenzione alle seguenti tecniche:

  • superfici in metallo e vetro nero;
  • base in legno o piani di lavoro grezzi;
  • armadi vetrati con illuminazione LED intelligente all’interno.

La selezione dell’illuminazione per l’isola della cucina in stile industriale, che funge da zona pranzo, è un’affascinante lezione separata. Diversi pendenti con paralumi in metallo, lampadari neri con una geometria tagliente, paralumi in legno e solo lampadine di varie forme su corde nere: avrai qualcosa a cui pensare.

Hi-tech e minimalismo

In un interno high-tech, la cucina con isola diventa un must: le strutture in acciaio aggiungono ergonomia ed equilibrio visivo. La maggior parte dei progetti di design in questo stile, di regola, include tali sistemi, che hanno caratteristiche notevoli:

  • linee nette e precise, geometria impeccabile;
  • l’uso di superfici lucide e cromate: vetro e acciaio, meno spesso di plastica;
  • apparecchiature con la tecnologia più recente.

L’ultimo punto merita l’approccio più attento. Prima di attrezzare un tavolo del genere, è necessario studiare a fondo le innovazioni in cucina più attuali. Piani cottura perfettamente piatti, cappe ergonomiche, rubinetti telecomandati – spesso un’isola high-tech sembra troppo monolitica e non attrezzata di nulla – sebbene possa superare in modo significativo le soluzioni tradizionali nella funzionalità.

Rustico

Un’enorme isola da cucina in legno con elementi decorativi a graticcio può svolgere il ruolo di un ampio sistema per stoccare le cose o di un accogliente bar per riunioni amichevoli. I design per questo stile sono abbastanza riconoscibili per le loro caratteristiche affascinanti:

  • armadi e controsoffitti in legno;
  • l’effetto dell’invecchiamento (graffi), lavorazione ruvida, cartone piallato con noncuranza;
  • tende realizzate con tessuti naturali colorati al posto delle ante per gli armadietti;
  • cesti portaoggetti in vimini montati sul ponte inferiore aperto.

È interessante notare che l’isola è raramente utilizzata come area di lavoro a tutti gli effetti con elettrodomestici da cucina in una cucina in stile rustico – al massimo, come superficie di taglio con un lavandino. Secondo i designer, ciò è dovuto alla tradizionale compattezza delle case del villaggio, dove è più facile rimuovere il triangolo di lavoro nell’angolo e lasciare il centro più leggero per la comunicazione e godersi il cibo delizioso con la famiglia.

Scandinavo

Lo stile scandinavo è la massima semplicità e naturalezza, che si riflette nel design delle isole della cucina. Non puoi sbagliare se scegli un elemento della tua cucina che ha le seguenti caratteristiche riconoscibili:

  • forme semplici e laconiche;
  • l’uso di legno naturale – inclusa una combinazione di elementi verniciati e non trattati;
  • colori chiari – dal legnoso naturale al bianco, grigio chiaro e latteo;
  • ripiani aperti per lo stoccaggio nei livelli inferiori.

Idee insolite per la cucina con isola

Un tale elemento dell’arredamento può benissimo svolgere non solo una funzione decorativa pratica ma anche notevolmente decorativa. Se stai cercando qualcosa di insolito, dai un’occhiata alle idee impressionanti dei designer:

  • isole cucina ad angolo: una costruzione stravagante con un angolo ottuso;
  • basi di forma asimmetrica o elegante, ad esempio sotto forma di una nave o di un emisfero;
  • disposizione dell’acquario nel livello inferiore;
  • equipaggiamento di un camino elettrico dietro un vetro colorato scuro;
  • un’isola cilindrica con annesso bancone bar;
  • finitura insolita della base dell’isola: pietra naturale, muschio, intonaco decorativo;
  • utilizzando un unico pezzo di legno non trattato come piano del tavolo.

Isola cucina: Conclusioni + Galleria fotografica

Il design accuratamente selezionato, l’arredamento accurato e l’installazione competente ti permetteranno di godere di una cucina confortevole e ben progettata per molti anni.