Cucina in stile giapponese: idee arredamento
hackrea -

Cucina in stile giapponese: idee arredamento

hackrea / Marzo 6, 2021 - visualizzazioni 181 - 0 mi piace

Gli interni domestici, progettati seguendo le tradizioni del Sol Levante, sono ancora popolari in tutti gli angoli del mondo. E se è già stato detto molto su soggiorni, bagni e persino camere da letto in stile giapponese, allora per qualche motivo le cucine di questo design sono molto meno comuni. In breve: il laconismo, la razionalità e l’equilibrio impeccabile di arredi, tonalità e trame insiti in questa direzione sono la soluzione migliore per i principi delle cucine moderne.

Se apprezzi la naturale serenità e il rigore organico dello stile giapponese, in questo caso ha senso pensare di creare un interno simile per la cucina nella tua casa o appartamento. Così ti assicurerai sia il relax dopo una dura giornata di lavoro che l’ammirazione di amici e conoscenti per la tua originalità.

Arredare una cucina in stile giapponese: punti chiave

Nonostante la chiarezza tipica dei giapponesi nel definire i principi dell’arredamento della cucina, le stanze possono essere decorate in modi diversi e le note di individualità sono abbastanza accettabili. Tuttavia, per trasmettere l’atmosfera unica dell’Oriente, è necessario attenersi alle seguenti regole:

  • Spazio libero massimo. Certo, dovresti pensare che lo stile giapponese è esclusivamente per cucine spaziose. Devi prenderti cura della cosa principale: l’assenza di tutto ciò che è ingombrante, ridondante e non necessario. Gli interni giapponesi non tollerano decorazioni eccessive o cose “fuori posto”.
  • Materiali naturali per il rivestimento e l’arredamento. Legno naturale, pietra, ceramica, iuta, carta di riso e seta, lino e bambù sono ingredienti essenziali per un piatto chiamato “cucina in perfetto stile giapponese”. Allo stesso tempo, non dimenticare che è necessario essere guidati non solo dai principi di compatibilità ma anche dall’adeguatezza nel posizionamento di determinati materiali dal punto di vista della loro sicurezza e protezione antincendio.
  • Luce diurna. Una luce uniforme e morbida è essenziale per creare un ambiente cucina accogliente e rilassante. L’afflusso di luce diurna fornirà una grande finestra senza tende. Tuttavia, nella maggior parte dei casi, questo non è sufficiente; quindi le lampade verranno in soccorso, creando l’illuminazione necessaria sia per la zona lavoro che per quella pranzo.
  • Razionalità ed equilibrio in tutto. Mobili leggeri laconici, scaffali e armadi chiusi, tutto è al suo posto ea portata di mano: in una cucina in stile giapponese, tutto è soggetto proprio a tali leggi.

Tavolozza di colori

La combinazione di colori della cucina è pienamente conforme alle regole chiave dell’interior design del Paese del Sol Levante. Le tonalità naturali sono la base: beige, crema, tutte le sfumature di grigio, marrone e legnoso, oltre al nero, che in Giappone simboleggia la saggezza. Sono accettabili anche piccoli accenti luminosi: per questo vengono utilizzati rossi e verdi scuri, meno spesso toni giallo scuro. Allo stesso tempo, è fondamentale mantenere l’equilibrio e non utilizzare contemporaneamente tutti i colori consentiti: tre tonalità sono il massimo.

Rivestimenti

In una cucina in stile giapponese, il colore e la consistenza dei materiali per il pavimento, le pareti e il soffitto creano l’atmosfera e l’autenticità così vitale, quindi è necessario prestare la massima attenzione al design della base. Non è necessario utilizzare soluzioni troppo costose: l’armonia è molto più importante.

Pavimento

Il legno rimane l’opzione principale per il pavimento negli interni giapponesi. Tuttavia, altri materiali naturali non sembrano meno organici:

  • pietra naturale;
  • gres porcellanato opaco con texture pietra;
  • tappeti in juta e sisal.

Pareti

La soluzione tradizionale (e più logica) per le pareti è intonacare, dipingere con colori chiari o incollare carta da parati monocromatica di alta qualità. Vale anche la pena pensare al rivestimento del muro nella zona pranzo: secondo la tradizione, dovrebbe essere accentuato e separare visivamente il luogo per mangiare dall’area di lavoro. Per questo, possono essere utilizzate le seguenti tecniche:

  • dipingere in un colore contrastante;
  • pittura artistica in stile tradizionale;
  • attrezzatura di nicchia per esporre i libri di cucina;
  • installazione o imitazione di Shoji.

Vale la pena soffermarsi sulle famose partizioni giapponesi in modo più dettagliato. Strutture realizzate con pannelli in legno chiaro e carta washi traslucida negli interni tradizionali possono essere utilizzate per decorare le finestre anziché le porte. Tuttavia, nelle piccole cucine moderne, gli shoji a grandezza naturale possono consumare spazio e persino creare un pericolo di incendio. Ecco perché non dovresti lasciarti guidare da loro; tuttavia, puoi facilmente installarne uno contro il muro nella zona pranzo o usarne l’imitazione, se lo desideri.

Soffitto

La scelta del design del soffitto nella cucina giapponese dipende dalla superficie della stanza e dalla compatibilità con altri arredi. Questo potrebbe essere:

  • solo un soffitto bianco – intonacato o decorato con soffitto teso opaco;
  • travi in legno – per una piccola cucina;
  • design autentico con travi in legno che formano travi a cassettoni e soffitto teso tra di loro.

Mobili

L’ambiente della cucina in stile giapponese è un vero wasan (canto tradizionale di lode) che celebra la semplicità squisita ma naturale. Non puoi sbagliare se scegli mobili con le seguenti caratteristiche:

  • Mobilità. I tavoli e le sedie dovrebbero essere facili da spostare da un posto all’altro. In Giappone, tali mobili erano preferiti a causa dei frequenti terremoti, ma oggi tali arredi sono diventati parte integrante degli interni delle cucine.
  • Forme semplici e laconiche. Cucine lineari con frontali eleganti, mobili da pranzo con linee pulite e rette creano un senso di armonia rilassante e razionalità rispettabile.
  • Materiali naturali. Se sogni una perfetta cucina in stile giapponese, non puoi fare a meno di mobili in legno. La struttura in legno spesso non è nascosta, utilizzando solo un sottile strato di vernice opaca; tuttavia, in alcuni casi, nelle cucine, si possono trovare anche armadi minimalisti con facciate grigioverde in terracotta.

Inoltre, le sedie per una cucina del genere possono essere morbide. Allo stesso tempo, per la tappezzeria vengono utilizzati tessuti naturali, principalmente lino di colore e consistenza naturali.

Decorazione, tessuti e illuminazione

Ulteriori elementi di design della cucina sono del tutto coerenti con gli interni tradizionali giapponesi. Se li conosci anche approssimativamente, non dovrebbero esserci problemi.

Illuminazione

Come accennato in precedenza, la luce naturale è preziosa nelle cucine in stile giapponese. Per un’illuminazione artificiale armoniosa e confortevole, vengono utilizzate le seguenti tecniche:

  • retroilluminazione led;
  • faretti;
  • plafoniere tradizionali a forma rettangolare in carta di riso, paglia o bambù.

È inoltre essenziale prestare attenzione ai diversi scenari di illuminazione delle aree di lavoro e pranzo se entrambi si trovano in cucina.

Elementi tessili

Nel design delle finestre delle cucine giapponesi, i tendaggi in tessuto non vengono praticamente utilizzati, invece tende in tessuto leggero, persiane in bambù e tende a pacchetto. Inoltre, le tovaglie non si trovano quasi sui tavoli; la preferenza è data ai singoli tovaglioli in bambù.

Decorazione

Gli accessori non funzionali in una cucina in uno stile simile vengono utilizzati al minimo. Tuttavia, puoi facilmente conferire agli interni un carattere distintivo con i seguenti elementi:

  • vasi in ceramica tradizionali;
  • pergamene e poster da parete;
  • statuette autentiche;
  • stuoie di tatami;
  • piatti da frutta o servizi da sushi.

Piatti e posate

I piatti e le posate giapponese in cucina creano l’atmosfera autentica tanto desiderata. Pertanto, padelle wok, coltelli santoku, set per spezie, sushi e servizi da tè, bollitori in ghisa e ceramica dovrebbero essere in vista. Ma è meglio nascondere pentole e padelle più familiari dopo aver cucinato nei mobili della cucina; altrimenti creeranno una notevole dissonanza.

Arredamento cucina giapponese: Conclusioni + Galleria fotografica

La cucina in stile giapponese è un’isola di semplicità, serenità e armonia. Con il suo design accurato, sia il processo di creazione di capolavori culinari che la colazione quotidiana in famiglia sono pieni di significato speciale.