Le tende dovrebbero toccare il pavimento? Quale lunghezza della tenda scegliere?

Le tende dovrebbero toccare il pavimento? Quale lunghezza della tenda scegliere?

hackrea - Giugno 14, 2021 - visualizzazioni 27 - 0 mi piace

La decorazione della finestra con le tende è un compito piuttosto complicato sia per coloro che possono far fronte autonomamente al cucito e all’attaccatura dei tendaggi, sia per coloro che, in linea di principio, non possiedono un ago, una macchina da cucire e ganci per tende, ma sognano comunque armonia e ordine all’interno. Nel caso delle finestre, il diavolo sta in numerosi dettagli – e questo vale non solo per il tessuto, il colore, la presenza o l’assenza di mantovane, o il numero di pieghe, ma anche la lunghezza delle tele in quanto tali.

Oggi non sono ancora rari i casi in cui la scelta della lunghezza delle tende viene trattata con estrema noncuranza, determinando questo parametro, come molti dicono, a occhio. Tuttavia, non dovresti farlo; altrimenti, la distorsione delle proporzioni visive del muro, l’aspetto sciatto o incompleto delle finestre rischiano di diventare un costante amaro ricordo della tua avventatezza.

Eppure, anche considerando la lunghezza delle tende dal soffitto al pavimento, c’è ancora il pericolo di trovarsi di fronte a un dilemma prevalente: le tende devono toccare il pavimento o le tende devono essere accorciate? Non dovresti considerare questo problema frivolo, poiché in questo caso si stanno risolvendo i problemi di estetica, equilibrio e percezione visiva. Quindi, vediamo quale lunghezza della tenda è accettabile negli interni moderni.

Più alto o più basso: come determinare la lunghezza giusta

In effetti, l’interior design non implica alcuna legge immutabile, che non può essere violata per paura di ottenere qualcosa di terribile e brutto. Come probabilmente saprai, le tendenze sono cicliche e questa frequenza si applica ugualmente alla lunghezza delle tende.

Oggi, alla domanda “le tende devono toccare il pavimento?”, i designer rispondono in modo categorico e inequivocabile: ovviamente, le tende dovrebbero toccare il pavimento. Tuttavia, dovresti capire che un’affermazione così chiara non è affatto un assioma e, nella vita reale, la lunghezza dei tendaggi è determinata da diversi fattori, di cui parleremo un po’ più avanti.

Non importa la lunghezza delle tende che scegli – fino al pavimento o al davanzale – in ogni caso, è imperativo prendere le misure più accurate possibili per acquistare abbastanza tessuto. Di norma, le misurazioni vengono eseguite nella seguente sequenza:

  • misurare la lunghezza dall’asta della tenda al pavimento o al bordo del davanzale della finestra;
  • a seconda del tipo e della larghezza del bastone per tende, aggiungere 3-10 cm al valore ottenuto o devi sottrarre le cifre esatte;
  • aggiunta di una sovrapposizione di 2-5 cm – per una lavorazione di alta qualità ed estetica del bordo inferiore delle tende;
  • regolazione dei tessuti alla lunghezza desiderata durante il processo di cucitura.

Le misurazioni corrette sono già metà della battaglia quando si sceglie la lunghezza richiesta delle tende. E quali opzioni, in questo caso, hai in linea di principio?

Lunghezza tende: per tutti i gusti

Non pensare che, quando si decide la lunghezza delle tende, si possa operare con solo due opzioni: a pavimento o al davanzale. Infatti, anche qui, puoi contare su una varietà di soluzioni. Ti suggeriamo di soffermarti più in dettaglio su varie dimensioni di tendaggi.

Tende “sdraiate sul pavimento”

Naturalmente, questa non è altro che una metonimia: pensiamo che tu capisca che le tende non sono interamente posizionate sul rivestimento del pavimento, ma solo il loro bordo inferiore si trova. Per quanto riguarda il volume e la lunghezza del tessuto situato direttamente sul pavimento, a questo proposito, i designer britannici distinguono due opzioni: “puddling” e “breaking”.

Nel primo caso, una striscia di tessuto si trova orizzontalmente, da 10 a 20 cm. Puoi organizzare questa sezione con pieghe spettacolari che sembrano incredibilmente eleganti e romantiche, specialmente negli interni tradizionali e classici.

“Breaking” – la lunghezza delle tende, alla quale il bordo della tenda è posato sul pavimento non più di 3-6 cm. Questa soluzione crea un’atmosfera davvero accogliente e consente di nascondere con successo battiscopa o piccoli difetti del pavimento.

“Puddling” e “breaking” sono tutt’altro che le uniche opzioni per tende di questa lunghezza. Dipende solo da te quanto tessuto lasci e come lo organizzerai. In ogni caso, tali tendaggi sembrano molto eleganti e, si potrebbe dire, ricchi, e quindi spesso diventano un punto culminante dell arredamento tradizionale. Tuttavia, in questo caso, i designer mettono in guardia contro tale decisione nelle seguenti situazioni:

  • Non sei eccessivamente scrupoloso o preoccupato per le piccole cose. Dovresti sistemare magnificamente le tende che si estendono sul pavimento. In caso contrario, il bordo inferiore sembrerà un pezzo di tessuto lanciato accidentalmente sul pavimento. Se non senti il desiderio di farlo, prova i tendaggi che toccano leggermente il pavimento.
  • Non ti piace pulire o lo fai di rado. Polvere e detriti si raccolgono nelle pieghe del pavimento e quando si lavora con un aspirapolvere o una scopa, il bordo della tenda dovrà essere costantemente sollevato, il che non è molto conveniente.
  • In cucina, in bagno o camera dei bambini. Nelle stanze in cui cucini, in linea di principio, non dovrebbe esserci nulla in più sul pavimento, a meno che, ovviamente, non desideri lavare regolarmente le tende da schizzi di grasso e simili. Le tende lunghe in bagno hanno l’orlo costantemente bagnato, e nella stanza dei bambini – giocattoli persi per tutto il tempo, spazzatura dietro i tendaggi e il rischio che il bambino calpesti accidentalmente o tiri il tessuto dietro di lui e lasci cadere il bastone della tenda. Tuttavia, nei soggiorni, nelle sale da pranzo, nelle camere da letto e nei saloni come una sala da biliardo, non è necessario limitarsi alla lunghezza delle tele.

E, infine, non dimenticare un altro punto significativo: la soluzione nello stile di “tende più lunghe del pavimento” è possibile solo con tessuti per tende densi e pesanti. Le tende leggere e traslucide non possono essere appese magnificamente e l’inevitabile deformazione delle pieghe verticali conferirà alla stanza un aspetto sciatto.

Tende che toccano leggermente il pavimento

Tale soluzione è una soluzione eccellente nel senso dell’arte di abbellire le finestre. Se le tue tende cadono dritte e si piegano persino sulla superficie del pavimento millimetro per millimetro, allora possiamo tranquillamente dire che sei più vicino che mai alla perfezione. Anche lungo il bordo inferiore, l’assenza di pieghe nel tessuto dona alle finestre un aspetto impeccabilmente equilibrato. Ecco perché non è necessario parlare di quale stile di arredamento è adatto a una tale lunghezza di tendaggi: è abbastanza chiaro che è appropriato assolutamente ovunque.

Tende “galleggianti”

L’opzione classica è una caduta della tenda dal pavimento di non più di 1 cm. Questa lunghezza è considerata tradizionale e una delle opzioni più armoniose, poiché la distanza tra il pavimento e il bordo inferiore della tenda è quasi invisibile, ma allo stesso tempo si risparmiano alcuni problemi di pulizia e la necessità misurare la tela a lungo e con attenzione, come è necessario per la versione precedente. Inoltre, i progettisti assicurano che tale lunghezza è il modo migliore per allungare visivamente la stanza, e quindi è possibile utilizzare in sicurezza questo design di finestre in una stanza con soffitti inferiori a 2,5 m.

Un’altra soluzione considerata standard sono le tende, il cui fondo si trova a una distanza di circa 5 cm dalla superficie del pavimento. Una tale lunghezza di tendaggi è ancora più pratica, non interferisce minimamente con la pulizia della stanza e, inoltre, è ottimale per decorare finestre con tessuti leggeri. Tuttavia, ci sono due punti critici da tenere a mente.

In primo luogo, non dovresti appendere tali tende in stanze con soffitti bassi, poiché tale soluzione visivamente le rende ancora più basse. E in secondo luogo, in questo caso, dovrai avere un pavimento perfetto e bellissimi battiscopa sotto le finestre.

Tende corte

Abbiamo già scoperto che le tende lunghe fino al pavimento sono eleganti, accoglienti e armoniose. Allo stesso tempo, non sottovalutare le tele accorciate, poiché in alcuni casi le tende corte non sono inferiori alle tende lunghe nelle proprietà funzionali o decorative. Oggi i designer suggeriscono di prestare attenzione alle seguenti opzioni:

  • Tende al davanzale. Di norma, in questo caso, l’orlo della tenda non raggiunge il davanzale della finestra di 1-2 cm. Questa opzione crea un design piuttosto attraente, enfatizza favorevolmente la forma della finestra e apre vaste opportunità per l’utilizzo di vari tipi di trattenuta e mantovana. Tuttavia, una tale lunghezza è compatibile solo con tessuti leggeri e il suo utilizzo in camere da letto e soggiorni è del tutto indesiderabile poiché sembra altamente inespressivo su una vasta area. Ma per una cucina, una cameretta o una piccola stanza in cui il davanzale della finestra viene utilizzato come ripiano, tali tende sono perfette.
  • Tende sotto il davanzale. In questo caso, resta inteso che i tendaggi cadono 10-15 cm oltre il davanzale della finestra. Questa lunghezza è più equilibrata, ti consente di concentrarti sul design dello stesso davanzale e se scegli il tessuto esattamente per abbinarlo agli altri tessuti nella stanza, l’immagine risulterà sorprendentemente armoniosa. Nel soggiorno, una soluzione del genere, ancora una volta, non sarà sufficiente, ma nella sala da pranzo o camera dei bambini sarà pratica ed elegante.
  • Tende “caffè”. Un design molto originale, che implica il posizionamento del bastone per tende al centro della finestra e tendaggi che terminano a filo con il davanzale della finestra – in alcuni casi, viene aggiunto un piccolo baldacchino nella parte superiore dell’apertura. Queste tende hanno un aspetto elegante e aiutano a fornire la privacy di cui hai bisogno in bagno, cucina rustica o veranda.

Tende a pavimento: Conclusioni + Galleria fotografica

Se le tende debbano toccare il pavimento è una domanda che non è molto ben posta. I canoni moderni dell’interior design sono molto flessibili e quindi la scelta della lunghezza dei tendaggi dipende principalmente da te. La cosa più importante è che ti piacciano davvero le tende alle finestre.