Rivestimento in pietra naturale: una soluzione sofisticata per pareti interni

Rivestimento in pietra naturale: una soluzione sofisticata per pareti interni

hackrea - Settembre 30, 2020 - visualizzazioni 97 - 0 mi piace

Ogni pezzo di pietra è unico: non ne troveremo due con lo stesso motivo. Inoltre, la pietra naturale è un materiale durevole e resistente che si adatta a qualsiasi tipo e stile di interni. A seconda della finitura, può aggiungere uno stile moderno o un tocco rustico agli interni.

Quale pietra naturale scegliere – tipi di pietra

Tutto è semplice per i muri: puoi scegliere qualsiasi tipo di pietra, anche quella non adatta al pavimento. Ad esempio, granito, alabastro, quarzite, porfido, ardesia, basalto o marmo sono giusti. Puoi anche scegliere varietà delicate come arenaria, travertino, onice e calcare.

Puoi scegliere per colore. La pietra colpisce con una varietà di trame, sfumature, venature e motivi. Puoi abbinarlo a qualsiasi arredamento, dal rustico al moderno. Il modo in cui la pietra viene lavorata influenza anche la bellezza, il colore e la praticità.

  • La pietra levigata ha una superficie lucida, perfettamente liscia e un colore ricco. Può ingrandire visivamente l’interno e aggiungere profondità ad esso. Questo tipo è più difficile da sporcare e non accumula polvere.
  • La pietra satinata è più calda, vellutata, più attenuata e leggermente più chiara. Ha una superficie liscia, ma non vetrosa. È più assorbente di una pietra levigata. La spazzolatura della pietra produce un colore tenue e ne esalta la consistenza naturale.
  • La pietra bocciardata è irregolare e ruvida. Ha un assorbimento d’acqua relativamente elevato. Pertanto richiede una regolare impregnazione. Le superfici in pietra possono anche avere una consistenza irregolare striature, scheggiature o strappi.

Pietra per pareti interni: qualita, tipi e proprietà

Come le piastrelle, anche la pietra può essere di diversi tipi di qualita. Il primo grado di qualità sono prodotti impeccabili con una colorazione perfetta. Nel secondo caso, può apparire un leggero scolorimento o cavità e nel terzo danno alla pietra.

I gradi della pietra, contrassegnati con le lettere A, B e C, indicano il grado della sua suscettibilità alla deformazione. Il gruppo A è il meno suscettibile. La pietra che verrà utilizzata come rivestimento murale può essere di qualsiasi grado di abrasività o durezza: questi sono importanti solo quando si desidera utilizzarlo per la pavimentazione.

La pietra su un muro non è suscettibile ai danni meccanici o al contatto con sostanze chimiche come un pavimento di pietra. Tuttavia, vale la pena sapere che:

  • Il granito è il più resistente: è una pietra dura che non assorbe l’acqua e non reagisce con i detergenti.
  • Anche il marmo ha un basso assorbimento d’acqua, ma può scolorirsi, ossidarsi o graffiarsi e non è resistente agli agenti chimici. Per la cura e l’impregnazione, devi utilizzare solo liquidi speciali per la pietra.
  • Il travertino ha una struttura porosa con fessure visibili. Questo tipo non sarà conveniente in bagno (la pietra assorbirà l’acqua), quindi è meglio riempirli immediatamente con resina trasparente. Tale dettaglio può andare bene in un soggiorno o in un corridoio che enfatizza il fascino naturale della pietra.
  • L’onice è una delle pietre più interessanti. Ogni prodotto ha un motivo unico. La sua struttura traslucida sottolinea perfettamente la pietra e il suo colore caldo.

Pietra naturale di grande formato come lastra

La bellezza della pietra è più evidente sui pezzi di grande formato. Meno giunti o tagli, più uniforme apparirà il rivestimento. Anche i motivi o le strisce di materiale sono più visibili.

È meglio usare pietre di grande formato chiamate lastre per ottenere questo effetto. Il loro spessore va da 2 a 10 cm. La pietra naturale viene estratta dalla miniera in grandi blocchi, quindi tagliata in una parte fragile.

È meglio acquistare lastre da un unico pezzo di pietra per rendere il muro il più omogeneo possibile. Puoi tagliarli per adattarli al tuo interno. Tali articoli avranno colori e consistenza simili. La pietra di grande formato composta da vari pezzi di roccia, a sua volta, può conferire alla parete un emozionante effetto patchwork.

Piastrelle per pareti in pietra come alternativa alla pietra naturale

È una soluzione molto più economica e conveniente perché le piastrelle in pietra sono più facili da installare. Sono disponibili formati standard di piastrelle ordinarie, ad esempio 3030 o 6060 cm. Il loro spessore varia da 1 a 5 cm. Possono essere in diversi formati: esagonale, ellittico o imitazione di pietre tagliate.

Le piastrelle in pietra sono vendute anche come mosaici in pietra su una speciale rete incollata alla parete con una massa elastica incolore. Le piastrelle in pietra vengono solitamente tagliate da vari blocchi di pietra. In un pacchetto, puoi trovare differenze di colore e motivo, il che per alcuni è un grande vantaggio. Se la composizione deve essere più consistente stendili sul pavimento e abbina i colori prima della posa.

È possibile ottenere un effetto interessante combinando piastrelle in pietra di diversi formati, come realizzare mosaici con piastrelle di grandi dimensioni o combinare altri tipi di pietra o colori. Puoi provare anche la posa del rivestimento a strisce verticali e talvolta orizzontali. Una piastrella con una superficie irregolare, a sua volta, creerà una superficie ruvida con un effetto 3D.

La pietra composita è un’altra opzione per le pareti interne

I compositi sono realizzati mescolando minerali frantumati – granito, silicio o quarzo – con resine sintetiche, principalmente acriliche o poliestere. Viene dato colore aggiungendo vari pigmenti, quindi sorprendono con una gamma così ampia di sfumature e imitano la pietra naturale. La macchia è resistente alla luce solare, quindi questo rivestimento non cambierà colore nel tempo.

Le proporzioni nei compositi influiscono sul loro aspetto: se prevalgono i minerali, la superficie è leggermente opaca e ruvida. Se ci sono più resine, la consistenza è liscia e lucida, ma il prodotto stesso ha meno peso.

Dove posizionare le pietre composite?

A differenza della pietra naturale, i compositi sono caldi al tatto: un grande vantaggio, soprattutto in bagno. Sono anche molto durevoli e resistenti ai danni, rendendoli particolarmente adatti su una parete sopra un piano di lavoro in cucina o in bagno. Il loro grande vantaggio è la termoplasticità, ovvero la capacità di modellare e creare anche le superfici più irregolari.

Cura dei compositi

I compositi sono resistenti allo sporco. Per la pulizia è sufficiente un detergente delicato. Se lo sporco è difficile da rimuovere, devi lasciare agire il detergente per alcuni minuti. I compositi sono anche facili da riparare: dovresti riempire il buco con colla acrilica e lucidante. Puoi correggere i grandi difetti incollando lo stesso materiale. Dopo la riparazione non rimane nemmeno traccia. L’unico inconveniente di questo materiale è il prezzo relativamente alto.

Come prendersi cura di un muro in pietra naturale?

Vale la pena impregnarlo subito dopo l’installazione per evitare che il muro di pietra si sporchi e non subisca danni. Ci sono molti preparati disponibili sul mercato per diversi tipi di pietra, ma è meglio ordinare la prima protezione da un’azienda specializzata.

Impregnazione di pietre naturali

L’impregnazione chiude i pori della pietra, rendendola più resistente all’acqua, allo sporco e alla polvere. Questo processo è particolarmente importante se scegliamo un rivestimento di questo tipo per una cucina o un bagno. Tale procedura dovrebbe essere eseguita in queste stanze una volta all’anno e nel soggiorno – una volta ogni pochi anni. Le impregnazioni enfatizzano anche il colore della pietra, il suo motivo e allineano le irregolarità della vernice.

Pulizia della pietra naturale

Solo un panno umido inumidito con acqua è sufficiente per pulire il rivestimento in pietra. Se le macchie sono unte, sarà necessario utilizzare un detergente speciale per un tipo di pietra specifico. Il normale detersivo per piatti può danneggiare la superficie.

Le superfici levigate sono le più facili da mantenere e più difficili da graffiare. 

Rimozione dei danni dalla pietra naturale

Se le piastrelle di pietra sono graffiate o incrinate, puoi rimuoverle con una pasta abrasiva morbida e puoi incollare i pezzi rotti con adesivo in resina. È meglio contattare uno specialista per riparare cavità di grandi dimensioni, che le riempirà con resina sintetica trasparente.

Installazione di pietra naturale su pareti interni: le regole più importanti

Per prima cosa, devi preparare la superficie: dovrebbe essere pulita e livellata. Se ci sono buchi, riempili di mastice. Il passaggio successivo è l’adescamento, che aumenta l’adesione della superficie.

Dopo 24 ore, puoi iniziare a posare la pietra. Per la disposizione del rivestimento in pietra, è possibile utilizzare malte e giunti appositamente progettati per tali prodotti. Lo spessore del giunto dipende dalla finitura dei bordi delle piastrelle. In caso di pietre irregolari, il giunto sarà piuttosto spesso. 

La pietra piastrellata viene posata come una normale piastrella, compito assegnato a qualsiasi specialista. Questo passaggio dovrebbe essere lasciato alla fine del lavoro di finitura: ciò impedirà la contaminazione o il danneggiamento del materiale.

Decorazione della parete in pietra

La pietra funziona meglio come accento su una delle pareti. Nel soggiorno accanto al caminetto o dietro il divano, sopra il piano di lavoro della cucina o in una nicchia illuminata nel corridoio. L’unico luogo dove un “total look” in pietra è adatto è il bagno. Puoi anche combinarlo, ad esempio, con legno o carta da parati. Tuttavia, prima di scegliere un materiale, vale la pena verificare su un campione come si comporta in diverse condizioni di illuminazione, in compagnia di pareti colorate, pavimenti scuri o mobili dipinti.