fr en it
Stili di interior design: elenco completo

Stili di interior design: elenco completo

hackrea - Marzo 16, 2020 - visualizzazioni 2.632 - 3 mi piace

In questa sezione imparerai le direzioni e gli stili principali dell’interior design: storici, etnici e moderni. Ecco le caratteristiche principali di ogni stile con delle foto. Speriamo che queste informazioni ti aiuteranno a capire quanto ti sentirai a tuo agio in uno o nell’altro interno.

Stili di decorazione d’interni storici

Per dotare l’interno di uno degli stili storici, non è affatto necessario rispettare scrupolosamente i valori classici: è sufficiente avere un gusto delicato, nonché un senso delle proporzioni che non ti consente di trasformare un soggiorno in una mostra museale congelata. L’unica condizione proposta dagli stili storici degli interni sono le grandi superfici. È del tutto possibile ricreare il lusso romantico, la severità rispettabile dei tuoi tempi preferiti in una moderna casa di campagna, un ampio ristorante o in un grande appartamento.

Avanguardia

Lo stile d’avanguardia è passato dall’arte agli interni all’inizio del XX secolo. Questo orientamento innovativo prevede l’utilizzo dei materiali e degli elettrodomestici più moderni, mobili originali e l’uso intelligente di una tavolozza di colori per lo styling degli interni.

Il contrasto nel design di pareti, finestre e porte dalle forme insolite, nicchie e mobili illuminati individualmente è solo una frazione degli interessanti dettagli che caratterizzano lo stile insolito d’avanguardia.

Impero

Rispettabilità e splendore sono presenti nella vita quotidiana delle persone che scelgono lo stile impero per l’interior design. Per fare piani in questo stile, sono necessarie grandi aree. Devi ammettere che enormi poltrone ricoperte di dorature o bronzo, armadi decorati con sculture a forma di spade incrociate e sedie con piedi a forma di piedi di leone o grifone, assemblati in un piccolo spazio, sembreranno un negozio di antiquariato, ma non una grande sala.

Stile antico

Sebbene la parola significhi letteralmente antichità, lo stile antico, che ripercorre la vita della culla della cultura europea – l’antica Grecia – è piuttosto utilitaristico dal punto di vista moderno.

Integrità, raffinatezza e senso delle proporzioni sono essenziali per la creazione di interni antichi. La sua costruzione inizia con una riqualificazione, a meno che ovviamente non si abbia uno studio. Dovrai sbarazzarti di alcune delle partizioni, anche in una grande casa di campagna. Il centro degli interni è l’atrio, una spaziosa sala rettangolare in cui si svolge la vita dei proprietari.

Art Deco

Lo stile Art Deco all’interno è lo stile delle “stelle”, un punto culminante brillante della bellezza e del culto del mondo, che è nato in occasione del ventesimo anniversario del periodo tra le due guerre. Il suo predecessore può essere considerato moderno, ammirando lo splendore del passato e sforzandosi di camminarci sopra con una moderna forbice.

Gli interni in stile Art Déco non mirano a una composizione ben bilanciata, ma piuttosto a diversi “sistemi di bellezza” che si aggiungono allo splendore delle differenze: oggetti esotici, primitivi retrò, pittura (idealmente cubismo), dispersione di rette e spezzate linee, presenza obbligatoria di dettagli di lusso su uno sfondo luminoso evidenziato da prodotti moderni. Allo stesso tempo – nessun caos, la presenza di tutto è dovuta.

Barocco

“Dipendenza da eccessi” – “perla di forma irregolare” – ha il diritto alla vita, perché domina la curvilineità interna. In pratica, lo stile barocco degli interni è ricco di raffinate decorazioni: intarsi, ricami in oro, forgiatura in miniatura, nonché molteplici finiture per gli oggetti più funzionali.

Il barocco è uno splendore a più livelli progettato per enfatizzare l’atmosfera di pigrizia e felicità. Lo stile che proviene dai palazzi dei monarchi non può essere diverso. Una casa di campagna è l’area più appropriata per la ricostruzione. I mobili reali dovrebbero essere simmetrici rispetto ai soffitti alti e alle finestre.

Stile vittoriano

Per le persone che apprezzano gli standard di una casa di qualità, ha senso dare un’occhiata più da vicino ai canoni dello stile vittoriano. Lo stile vittoriano all’interno implica la presenza di una casa di campagna e coerenza: i gusti dell’era della regina Vittoria non implicano falsi.

Conservatorismo, austerità, eleganza impeccabile e irremovibile: i proprietari di una casa in stile vittoriano possono sentirsi come l’inglese della vecchia scuola.

Stile gotico

L’opportunità di acquisire vaste terre immerse nella brama della dura bellezza medievale di linee eleganti e fantasiosi giochi di vetrate. Lo stile gotico all’interno con la sua semplicità di sagome offre grandi opportunità per il posizionamento naturale di pannelli al plasma e altri oggetti moderni.

Una galleria stretta con candele in candelabri, soffitti alti, finestre a lancetta, un enorme camino e pelle di animale sul pavimento: non è tutto. Una cospicua funzionalità che consente di risparmiare spazio è la regola principale per la costruzione di un interno gotico.

Classicismo

Lo stile classico all’interno è uno stile aristocratico, che mette in primo piano l’eleganza contenuta; ha sostituito il barocco, che ha stancato i proprietari di enormi appartamenti con pizzo a più livelli. Sulla base di esempi greci e romani, i designer sono tornati allo splendore dell’antico minimalismo.

Le camere, progettate nei canoni del classicismo, rimangono impegnate nella decorazione e nella pittoresca parete e nell’arredamento. L’organizzazione dello spazio è particolarmente importante qui: l’area geometricamente corretta è suddivisa in zone da colonne, semicolonne e frontoni, ma non sovraccaricata di arredi.

Costruttivismo

Lo stile del costruttivismo all’interno è il know-how domestico sorto all’alba delle trasformazioni rivoluzionarie nell’era di un entusiasmo schiacciante per la meccanizzazione della produzione, ma anche della vita di tutti i giorni. L’ispirazione di questo stile ha reso belle le cose più semplici, dicendo che gli oggetti privati di un carico funzionale non erano necessari all’interno.

Non solo la bellezza, ma anche l’uso confortevole delle cose giuste mette in primo piano il costruttivismo. Le forme rigorose sono dovute alla presunta compattezza del posizionamento degli oggetti, mentre il centro è il design della composizione mancante delle sciocchezze. Il concetto di suddivisione in zone scompare, la stanza è completamente subordinata all’uso previsto.

Moderno

Lo stile moderno all’interno è il più “epocale” degli stili classici e i critici d’arte più interessati. Nell’ambito di questo stile, è particolarmente evidente il passaggio da forme e sagome consolidate alla performance rivoluzionaria degli oggetti. Nato contemporaneamente alle nuove tendenze della pittura e della letteratura, il moderno ha permesso di irrompere nell’abitazione del laico con le nuove tecnologie e allo stesso tempo ha dissipato lo stereotipo della “natura secondaria” dell’arte applicata.

La stravaganza e anche qualche pretenziosità delle cose della vita quotidiana, il moderno si è trasformato in uno stile di vita. Le cose utilitarie improvvisamente acquisirono slancio grazie alla “pura estetica”: elementi in vetro aggiuntivi, gambe di mobili a forma di animale, accessori per la trama iniziarono ad attirare l’attenzione. Ma la cosa principale è che non è diventato un lavoro fatto a mano, ma un prodotto di fabbrica è cresciuto di importanza.

Neoclassicismo

Lo stile neoclassico negli interni è una manna dal cielo per i tradizionalisti aperti alle tendenze moderne e alle mosse del design, così come pronti ad ammettere che cose abbastanza classiche possono essere fatte con materiali moderni. La componente classica di questo stile è l’atteggiamento nei confronti dell’organizzazione dello spazio, oltre a seguire le convinzioni consolidate sullo scopo delle cose.

In effetti, il neoclassico è un’opportunità per un sontuoso arredamento di una casa o di un appartamento senza compromettere la proprietà dello spirito dei tempi. In altre parole, questo è minimalismo, che ha toccato lo splendore classico.

Rinascimento

Lo stile rinascimentale all’interno è uno stile di ricchezza e lusso secolare: archi decorati con modanature in stucco dorato e lesene, colonne, pareti color crema e squisita plastica creano un mondo perduto. Naturalmente, per creare un’atmosfera residenziale naturale secondo le leggi dello stile, avrai bisogno dell’area di una casa di campagna e della volontà dei suoi proprietari di progettare diverse stanze grandi anziché numerose piccole.

Rococò

Se traduci dal francese il nome dello stile rococò all’interno, significa letteralmente “una dispersione di ciottoli e conchiglie” – l’immaginazione disegna riccioli in miniatura che coprivano l’interno in abbondanza. Asimmetria e dinamica allo stesso tempo – nella tavolozza pastello con una predominanza di rosa, giallo, blu e verde con gli inserti obbligatori di bianco e oro. Solo gli ornamenti floreali, preferibilmente cinesi, possono beneficiare di una luminosità non pianificata.

Grazia e raffinatezza sono richieste in tutto, una cosa semplicemente non ha il diritto di essere insufficientemente openwork. Gli abitanti degli appartamenti in stile rococò sono vicini alla sensazione del carnevale eterno, allegria boudoir con connotazioni erotiche.

Stile romano

Lo stile romano all’interno, come nessun altro, riflette l’essenza dell’espressione “La mia casa è il mio castello”. La monumentalità del design e la solidità dei mobili semplici sono diluiti con la pittura (idealmente per soggetti religiosi), le cose sono belle, ma non decorate.

Avendo un’area abbastanza grande da ricreare l’atmosfera di un castello medievale, decoriamo le pareti in modo tale da enfatizzare visivamente la loro forza, zonando la stanza con spesse colonne, il soffitto a forma di botte o a forma di croce arco, le finestre sono rotonde o semicircolari.

Eclettismo

La necessità di seguire lo stile scelto nel design degli interni di una casa o di un appartamento porta spesso alla disperazione tra gli intenditori di varie culture materiali, che sono ugualmente lieti di circondarsi di inestimabili rarità e affascinanti mestieri moderni.

Lo stile eclettico all’interno è una combinazione di cose che sono di origine eterogenea, appartenenti a epoche e stili e materiali di finitura, quindi può essere considerato una manna dal cielo per tali “buongustai”.

Espressionismo

Lo stile espressionista all’interno è uno degli stili preferiti dai giovani che apprezzano la pressione, la dinamica, l’assalto di energia, sorti all’inizio del ventesimo secolo, ma la sua vera marcia trionfale in tutto il mondo si sta svolgendo sotto i nostri occhi. Uno stato emotivo è ciò che l’interno realizzato in questo stile vuole esprimere. L’interno cerca di incorporare il teatro, la musica, il cinema, i graffiti, chiedendo aiuto, il grottesco e la deformazione di forme familiari.

Il processo di creazione di un interno espressionista ricorda il lavoro di uno scultore. Leggerezza, vivacità, divertimento, pantomima – le sue condizioni obbligatorie.

Stili interni etnici

La passione e la raffinatezza dell’est, l’ascetismo colorato del Giappone, la filigrana della vita cinese – qualunque sia il più vicino a te, puoi decorare la tua casa in uno degli stili etnici. Oggi è facile acquistare non solo oggetti stilizzati, ma anche prodotti autentici, compresi i prodotti fatti a mano. I vantaggi degli interni etnici sono la possibilità di creare un’atmosfera da safari o una cerimonia del tè, anche in un appartamento in una piccola città.

Inglese

Accuratezza, pedanteria e rispetto della decenza – approssimativamente tali associazioni sono causate dallo stile di vita inglese. Lo stile inglese degli interni fa sì che lo design non abbia meno importanza dell’arredamento, in particolare delle pareti. Tuttavia, non dovrebbero dominare, l’armonia nell’atmosfera di una casa inglese è particolarmente importante.

I materiali moderni offrono grandi opportunità per uno stile a tutti gli effetti ai gusti inglesi: pannelli di legno con una bella trama e decorazioni molto moderate, carta da parati pesante con un motivo denso e rilievo, cornici voluminose e lesene. Sia la tavolozza generale delle pareti che la loro suddivisione in tre settori sono appropriate, ognuna delle quali è realizzata in modo diverso: ad esempio, una combinazione di tendaggi verde, terracotta e ocra. La carta da parati può essere “a strisce”, nonché con piccoli simboli araldici.

Africano

La regola incrollabile di organizzare gli interni in stile etnico è che la cultura, presa come base per riempire lo spazio utilitario, deve essere veramente amata, altrimenti motivi esotici ti stancheranno molto presto. Inoltre, è indesiderabile diluire stili esotici con la presenza di oggetti di una performance diversa, anche se necessario o molto caro a te. Inizialmente, decidiamo se riprodurre pienamente il sapore africano o semplicemente portare i suoi elementi allo stile Art Deco, ecc.

Lo stile africano all’interno è grottesco come una rapa nera e maschere africane. Da un lato, l’interno è dinamico, dall’altro – è a suo modo minimalista e osceno, costruito sui contrasti di colori vivaci e sull’apparente primitività dell’arredamento.

Orientale

I fan della cultura materiale orientale, che non favoriscono un determinato paese, si adatteranno in particolare allo stile orientale degli interni, combinando elementi di popoli distintivi orientali, asiatici e nordafricani.

Come combinare motivi giapponesi, cinesi, indiani ed egiziani? Il proprietario dell’appartamento ha una vasta area di attività, limitata solo dai suoi gusti. Tuttavia, i prerequisiti sono: materiali orientali – legno, bambù, canna, metallo, seta, colori orientali – colori ricchi e vibranti, forme orientali – spezzati e traforati su linee rette, finiture orientali – intarsi, sculture, lacca, ornamentali, strass e ciottoli.

Scopri tutte le sottigliezze dello stile orientale

Egiziano

Oggi l’Egitto è la terra di piramidi e sfingi, faraoni, annegati nella languida felicità e lusso nell’oro, così come poveri contadini, abitanti delle capanne di adobe. È improbabile che alcuni vorranno costruire un appartamento nello stile di quest’ultimo. Pertanto, la condizione necessaria per lo stile “egiziano” – soffitti più alti, aree spaziose.

Lo stile di arredamento egiziano all’interno è simmetria, geometria, presenza di colonne, simboli abbondanti, materiali costosi, tendaggi e colori dorati, accessori specifici! Particolare attenzione dovrebbe essere prestata al bagno in marmo con un podio al centro: lo splendore e il lusso di questa stanza non dovrebbero essere inferiori al soggiorno.

Indiano

I film prodotti da Bollywood rappresentano spesso la vita indiana come prigionieri in una scatola intelligente. Ciò è in parte vero, tuttavia, il motivo di base dello stile indiano all’interno è una combinazione di minimalismo quasi ascetico e pianificazione rigorosa con un arredamento lussuoso di singoli oggetti. Non è difficile arredare una casa in questo stile, mobili e accessori di origine indiana sono in vendita.

Un ricco ornamento, composizioni raffiguranti persone, animali e piante bizzarre sono il motivo per decorare pareti e tendaggi. È benvenuta una combinazione di diverse trame. Legno (rattan), metallo, tessuti colorati sono i materiali preferiti dello stile indiano.

Cinese

Lo stile cinese all’interno è particolarmente sofisticato, così come l’intera filosofia del Regno di Mezzo. Gli interni cinesi sono una vera arte! Tuttavia, è importante che la tua visione del mondo coincida con alcune delle caratteristiche del cinese, quindi sarà davvero comodo per te vivere nelle camere arredate in stile cinese per un lungo periodo di tempo.

La bellezza esotica degli interni cinesi mette in primo piano un senso di serenità e tranquillità. La tavolozza e la composizione sono permeate dall’Assoluto di calma e armonia.

Marocchino

Lo stile marocchino all’interno ha molte caratteristiche uniche che lo distinguono dallo stile africano. La soluzione originale e luminosa di questo appartamento combina motivi africani e arabi, con note spagnole e greche.

La tavolozza contrastante – i colori del sole cocente, il cielo soffocante, la giungla impenetrabile (rosso, scarlatto, arancione, terracotta, marrone, palude sabbiosa, oliva) sono associati ai colori preferiti degli interni arabi: rosa, oro, acquamarina, viola, bordeaux.

Messicano

Lo stile messicano all’interno ha una tavolozza di colori accattivante. Il colore nazionale domina qui. Naturalmente, la piattaforma ideale per la sua riproduzione è una casa di campagna costruita secondo un progetto speciale, con un cortile circondato da colonne, la cui vista dalle finestre di tutte le stanze è un componente della decorazione. Tuttavia, se lo si desidera, lo stile messicano è adatto per la progettazione di un piccolo appartamento.

Parlando in senso figurato, lo stile messicano all’interno è una miscela della cultura materiale degli indiani e delle idee europee sulla plastica e le dotazioni introdotte nel continente americano dai colonialisti europei.

Provenza

Lo stile di interior design della Provenza è per coloro che sognano belle case, ma non cercano di dargli un concetto creativo. Il sud della Francia che l’ha generato è una terra di libertà sensuale e un culto illimitato di bellezza.

Lo stile deco Provenza è il fascino modesto della borghesia, è una magica “casa storica” in cui le cose vivono la propria vita, assorbendo la melodia degli eventi.

La natura della Provenza è il sole splendente, le viti viola, il mare color smeraldo, le foreste di bufali che languiscono nell’aria soffocante, i prati variegati. Questi dipinti si sposteranno all’interno della tua casa, ma le pareti devono rimanere nella tavolozza pastello.

Scandinavo

La psicologia vichinga era inizialmente focalizzata sull’affidabilità e sulla qualità dell’ambiente, che, ovviamente, si rifletteva negli interni. Pertanto, lo stile scandinavo all’interno è una struttura in legno funzionale, nobilitata da un arredamento moderato, la bellezza laconica naturale del materiale, il design distintivo delle pareti e del soffitto, che unisce semplicità e contrasto.

Gli interni in stile scandinavo non devono essere duri, soprattutto se si tratta di una camera da letto o una cucina. La moderazione dell’arredamento non significa l’assenza di combinazioni e forme interessanti.

Mediterraneo

Lo stile mediterraneo all’interno è una calda felicità, una carezza delle onde del mare, frutti, gioia, un’atmosfera di comfort. Lo stile ebbe origine in Toscana, negli anni ’40 del secolo scorso, quando i residenti rurali impoveriti si precipitarono nelle città e saziarono i borghesi dalle megalopoli industriali avviate alla creazione di proprietà suburbane costiere.

Elementi di culture greche, turche, algerine, italiane sono intrecciati in questo stile in modo abbastanza organico. Uno spazio pieno di accoglienti oggetti fatti a mano realizzati con materiali naturali che possono assumere una postura rilassata è la sua specialità.

Giapponese

La cultura giapponese, attraente per il magnetismo, nonostante la sua severità “samurai”, offre uno sguardo molto elegante all’interno degli alloggi. Lo stile giapponese all’interno è una funzionalità unita alla teatralità e, allo stesso tempo, nessuna manifestazione nell’atmosfera dei tratti della personalità del proprietario. Lo spazio giapponese è suddiviso in zone, utilizzato e percepito in modo completamente diverso, diverso dalle coordinate europee. Puoi riprodurre l’interno giapponese nella sua forma più pura, in altre parole, organizzare posti per dormire e mangiare sul pavimento, oppure puoi limitarti alla stilizzazione, combinando le caratteristiche giapponesi con servizi familiari.

Russo

Lo stile russo all’interno non è affatto stilizzato come un negozio di souvenir con utensili artigianali, piastrelle per stufe e rifiniture in pizzo di legno. Al contrario, i designer professionisti stanno cercando in tutti i modi di evitare vetrine con samovar e ferri esposti – di certo, una tale esposizione può essere, se il proprietario è un appassionato collezionista di antichità, ma in questo caso è necessaria una elegante suddivisione in zone che separa il “museo” dal solito spazio abitativo.

Americano

Il concetto di stile “americano” all’interno è piuttosto vago: per alcuni è una ricreazione dell’atmosfera coloniale, per altri è qualcosa tra art deco e contemporaneo, per altri è solo il lavoro di designer americani. È l’interno americano che, nonostante lo stereotipo prevalente che richiede enormi aree come Gone With the Wind, è più adatto per un numero enorme di moderni proprietari di appartamenti che vogliono combinare la credenza della nonna con un guardaroba classico e un affascinante cassettone in plastica con lo stile degli interni americani, come tutto ciò che è americano, incarna la flessibilità e le linee guida democratiche che ti consentono di allontanarti dai modelli. Come nessun altro, è fedele alle abitudini e alle dipendenze del proprietario, nonché alle ovvie imitazioni.

Stili di decorazione d’interni popolari

Le tendenze della moda nell’arte dell’interior design offrono molte soluzioni di spazio abitativo senza l’uso di mobili lussureggianti, materiali costosi e opere d’arte.

I residenti della metropoli che apprezzano i risultati della rivoluzione tecnica e non amano preoccuparsi di una moltitudine di gingilli possono organizzare alloggi in uno degli stili moderni di decorazione d’interni, evidenziando il gioco di luci e l’ingombro dello spazio.

A seconda che tu abbia feste vivaci o se preferisci uno stile di vita nella stanza, puoi organizzare e decorare il tuo alloggio in modo armonioso e semplice, con piccole spese.

Contemporaneo

Lo stile contemporaneo degli interni è una stanza abbastanza moderna che non si adatta alle restrizioni imposte dagli stili di minimalismo e alta tecnologia. Il rispetto delle idee odierne in materia di comfort e praticità si unisce al culto dei materiali accessibili a tutti e alla possibilità di un eclettismo continuo degli interni. L’intero aspetto delle stanze progettate in questo stile non è progettato come un lavoro finito – hai ancora l’opportunità di acquistare un tappeto o un accessorio che ti piace.

Loft

Gli interni in stile Loft ci fanno provare emozioni simili a quelle generate dalla musica o dalle foto create nel genere industriale. Le radici della popolarità di questo stile risalgono agli anni ’40 del secolo scorso, quando la ricca borghesia stabilita nei centri storici delle città, invadendo la rovinata aristocrazia della Boemia alla periferia, dove fiorisce l’adattamento delle fabbriche e dei magazzini superflui.

Questo è un tipico stile americano che ama gli spazi aperti, i soffitti alti, le enormi finestre, la predominanza di metallo, vetro e plastica e la luce brillante.

Minimalismo

Se preferisci lo stile del minimalismo all’interno, assicurati non solo di conformarti a tutti i canoni dello stile, ma anche di dare alle caratteristiche individuali degli interni.

Lo stile minimalista non si limita a riempire un mobile e gli accessori con un certo motivo, ma modella anche lo spazio usando il colore, la luce, un semplice insieme di cose necessarie e alcuni accessori accattivanti compatti, la cui funzionalità è anche preservata.

Pop Art

Lo stile della Pop Art all’interno è molto emotivo ed energico, quindi è particolarmente vicino ai giovani che sono pronti a vivere in moto perpetuo. Anche se il nome di questo stile artistico, ne consegue che il suo compito è quello di sorprendere, provocare leggeri shock.

I colori vivaci della pop art ricordano le vetrine dei supermercati, che vendono tutto ciò che può essere utilizzato all’interno. Le immagini di beni di consumo popolari sono presentate come opere d’arte, la tua casa è destinata a diventare un packaging dinamico della vita quotidiana che si svolge qui.

Postmodernismo

Lo stile del postmodernismo all’interno può essere figurato in modo figurato come un caleidoscopio di citazioni: iperbolizzazione, teatralità, ironia, casualità ostentata, collocazione di forme familiari in un nuovo contesto – segni che lo rendono riconoscibile. Gli accessori in questo stile sono particolarmente importanti, con la differenza che diventano elementi di oggetti funzionali, compresi i mobili.

Techno

Lo stile techno è costituito da linee geometriche, pareti di pietra “fredde”, un’abbondanza di metallo, plastica e vetro. Questo stile sarà particolarmente attraente per le persone che si considerano ultramoderne e amano la fantascienza.

La sensazione di inquilino nella casa si attenua sullo sfondo, il che è ancora più importante – l’impressione di una “negligenza” ben ponderata. E, naturalmente, la tecnica che svolge il ruolo di accessori.

È necessaria una “piastra industriale” all’interno della techno. Le superfici ghiacciate e fredde arrivano ovunque, dagli scaffali per libri fatti di parti metalliche ai semplici piatti di vetro scuro.

Fusion

Lo stile fusion all’interno è la scelta di persone creative per le quali l’ordinario non ha valore, non consente neutralità e inespressività, percependo la vita come una piattaforma per la creatività continua. Fusion è uno stile di cose “folli” le cui idee nascono nei sogni stravaganti dei maestri del design. Fusion ti permetterà di decorare la camera da letto con un solo vaso al piano – a condizione che sia un’antica anfora sul soffitto, che occupa un intero angolo, o collochi un enorme divano nel soggiorno, rifinito non con le classiche “volant”, ma con un colorato “recinto” di tronchi di plastica multicolore.

High Tech

Lo stile hi-tech all’interno non tollera la negligenza – non è adatto all’eclettismo, l’intera composizione deve essere pensata in anticipo, soprattutto perché l’assenza quasi totale di decorazioni e accessori rende facile scegliere una tavolozza, una copertura e un minimo di mobili funzionali. Inoltre, non è necessario scegliere un luogo isolato per la tecnologia moderna: dovrebbe dominare ovunque.

Lo stile high-tech, con tutta la sua lapidarietà, si riferisce a stili costosi. Il culto delle alte tecnologie, un massimo spazio libero, una bassa emozione dell’aspetto generale implica la presenza di elementi e accessori moderni, eloquenti e costosi.

Shabby chic

In altre parole, il concetto di fusione è una fantasia materializzata collocata in un contesto appropriato.

Lo stile shabby-chic negli interni è un quartiere di oggetti nuovi ed ereditati, progettato per creare l’illusione di un vecchio appartamento, in cui sono penetrate le tendenze moderne. Questo è il concetto di stile nato negli anni ’80 del secolo scorso. Letteralmente “shabby” significa “squallido” – una lucentezza ben consumata.

Lo stile shabby chic è libero di riprodurre qualsiasi stile classico, così come i motivi della Provenza, country. I mobili restaurati dal mercato delle pulci sono un punto culminante degli interni, la qualità delle cose vecchie, anche se toccata dal tempo, è in contrasto con i prodotti moderni realizzati in materiali sintetici.

Stile eco

Uno stile di vita sano, l’uso esclusivo di prodotti naturali, pur riducendo al minimo la presenza della tecnologia citata nella vita di tutti i giorni, è una delle tendenze del presente.

Gli eserciti di “naturalisti” in tutto il mondo stanno cercando di adattare i prodotti dei principali produttori alle loro esigenze, in particolare – produttori di materiali da costruzione, tessuti per interni, ecc.

Lo stile ecologico non è solo un prodotto di design, è una filosofia di vita, al centro della quale c’è un atteggiamento frugale nei confronti della natura, una dedizione al mondo vivente, un impegno per i suoi doni naturali.

Chalet

Gli interni in stile chalet sono una delle aree più accoglienti, innanzitutto dal punto di vista dei proprietari che apprezzano la semplicità dell’atmosfera, l’originalità del design e la qualità dei materiali naturali.

Inizialmente, lo stile dello chalet era un prodotto dello stile di vita dei pastori alpini, che costruiva case di montagna affidabili e calde. Oggi questo stile viene utilizzato nella progettazione di case di campagna.

Bungalow

L’inviolabilità del principio – disordini lavorativi e sconvolgimenti sociali non hanno il diritto di entrare nella tua casa – è particolarmente enfatizzata dallo stile del bungalow all’interno. Un’escursione storica nella storia di questo stile ci porta all’era coloniale, quando gli europei, languendo nel caldo latino americano, cercarono di massimizzare il loro spazio abitativo, creando una fresca oasi di relax.

Un’abitazione a un piano con un tetto di paglia poco profondo, che è un ampio soggiorno attiguo a piccoli locali personali e di servizio – queste sono le associazioni che l’interno dovrebbe causare. Differenze dagli stili di campagna, la Provenza è che la ricostruzione iniziale di un tale interno è possibile solo con una certa disposizione: un monolocale o, meglio, una casa progettata specificamente sotto forma di un bungalow.

Grunge

Lo stile grunge negli interni è la creazione di copie semplificate di interni storici grazie a materiali moderni e prodotti stilizzati. Il grunge è buono per gli amanti degli interni classici, valutando seriamente il loro budget e le dimensioni della stanza.

Classico senza stucchi, dorature, mobili intagliati decorati, senza marmo e legno costoso: questo è il grunge. Copri i mobili con carta da parati monofonica scura, stendi un asse laccata color crema sul pavimento, appendi al pavimento tende di luce con un velo rosa, posiziona mobili di semplici sagome in legno chiaro con facciate in vetro, decora il divano bianco con cuscini di velluto colorato, aggiungi alcuni accessori accattivanti ed eleganti: lo stile sarà mantenuto perfettamente.

Country

Lo stile country negli interni non richiede una casa di campagna: all’interno dell’appartamento è possibile ricreare un’atmosfera di energia calda e rilassante. Quando progettiamo abitazioni in stile country, ricordiamo che questo stile non è correlato al concetto di “retrò” e la definizione di “moderno senza tempo” non è applicabile ad esso in linea di principio.

La combinazione di motivi rurali con canoni rilassati di riempimento dell’alloggiamento con accessori consente di adattare all’interno di una stanza oggetti che sono cari al cuore, che vengono eliminati dal concetto di rigorosa stilizzazione. Il requisito inequivocabile è solo uno: solo materiali naturali e prodotti artificiali senza un tocco di “fabbricazione”.

Kitsch

Lo stile Kitsch all’interno è considerato da alcuni un simbolo di negazione dell’arte, ma ciò non impedisce ai designer di creare interessanti interni kitsch. Questo termine arrivò nell’ambiente del designer dalla sfera della cultura; denota un’enfasi sulla stravaganza, sul volume e sull’apoteosi degli anti classici.

Gli interni in stile kitsch di nuova concezione possono ugualmente enfatizzare la ricchezza e nascondere la povertà. Si tratta di una sorta di atteggiamento di protesta nei confronti degli stereotipi consolidati della disposizione e dell’arredamento delle abitazioni, espresso attraverso l’uso, da un lato, di elementi decorativi standardizzati e, dall’altro, accessori e finiture esclusivi.