Tendenze arredamento cucina da evitare nel 2021: alla ricerca di soluzioni alternative

hackrea - Settembre 29, 2020 - 0 comments - visualizzazioni 22 - 0 mi piace

Oggi, il concetto di tendenze negli interni è alquanto vago: ne parlano gli stessi designer. Negli ultimi due o tre anni nessuno ha già richiesto la scrupolosa osservanza dell’accuratezza stilistica nell’ambito di una direzione. Un mix armonioso ed equilibrato di dettagli, un leggero tocco di eclettismo, un senso di individualità: proprio un tale design è rilevante oggi.

Tuttavia, ciò non significa che oggi sia assolutamente consentita qualsiasi tecnica nel design di una casa o di un appartamento. Le tendenze specifiche dettano discretamente le opzioni per arredare lo spazio abitativo. Cambiano nel tempo, ma sono già noti i principi fondamentali, in base ai quali verranno realizzati gli interni più fashion del 2021:

  • spazi aperti liberi, abbondanza di aria e luce;
  • tavolozza di colori calmante e rilassante;
  • forme laconiche e precise e linee chiare;
  • uso estremamente moderato dell’arredamento;
  • priorità per i materiali naturali.

Queste tendenze valgono anche per le cucine, dove spesso si commettono grossolani errori stilistici nella decorazione e nell’arredamento. I progettisti suggeriscono di prestare attenzione alle soluzioni che dovrebbero essere evitate nel 2021.

Bancone bar

Il bancone bar come elemento di design della cucina è apparso nell’arsenale dei designer nei primi anni ’60. Divenne subito una vera scoperta per chi trascorre molto tempo fuori casa e, allo stesso tempo, non si preoccupa di creare l’atmosfera di un loft elegante nel proprio appartamento.

Tuttavia, il tempo ha dimostrato la sua impraticabilità. Riunirsi come una famiglia numerosa a un tavolo alto e stretto è scomodo e, a causa della crescita del numero di bar e club, diventa sempre meno necessario attrezzare un’area speciale a casa per un cocktail serale o un bicchiere di vino.

Alternativa: Se l’area della stanza lo consente, prestare attenzione all’isola cucina, che è molte volte superiore per funzionalità al bancone bar. L’opzione migliore per una piccola cucina è un comodo tavolo ergonomico e sedie leggere laconiche.

Colori luminosi evocativi

Il tempo in cui tutti andavano pazzi per i colori accattivanti per i mobili della cucina è finito. Lime, turchese brillante, rosso fuoco e viola acido sono ora ostracizzati, principalmente a causa della loro capacità di creare disagio psicologico. Trovarsi in cucina con mobili dai colori vivaci può provocare contemporaneamente sovraeccitazione e affaticamento degli occhi. Oggi, quando viene alla ribalta l’intimità pacifica, una tale combinazione di colori è semplicemente inaccettabile. Dovresti evitare completamente questa tendenza.

Alternativa: Il modo migliore per indovinare il colore, sia in termini di pertinenza che di comfort, è fare riferimento ai dati del Pantone Color Institute, che pubblica previsioni e raccomandazioni sui colori effettivi per i prossimi mesi una volta a stagione. All’inizio del 2021, la palette alla moda è già pronta e offre le seguenti tonalità:

  • Arenaria (Sandstone);
  • Mandorla (Almond);
  • Neve bagnata (Sleet);
  • Profondità blu (Blue Depth).

Anche i toni complessi come il rosa polveroso, l’oliva pallido, la menta, lo smeraldo e il caffè rimangono di tendenza.

Frontali cucina con finiture artistiche

Un mobile classico con facciate decorate con intagli spettacolari, elementi in metallo e strass (a volte capita) sembra lussuoso, tuttavia, i designer ammettono all’unanimità che tali mobili sono moralmente obsoleti. Ergonomia, comfort e moderazione gradevole regnano nelle cucine moderne alla moda e il design intricato sembra estraneo e generalmente troppo.

Alternativa: la soluzione, in questo caso, è semplice: le facciate laconiche e lisce delle cucine sono appropriate in qualsiasi ambiente – e anche le trame e i motivi complessi del legno (comprese specie come il wengé e lo zebrano) appariranno organici. Possiamo anche consigliare di sostituire le maniglie dei mobili con un sistema push-to-open: comodo, pratico e niente di più per chi segue da vicino le tendenze dell’interior design.

Paraschizzi con stampa fotografica

I paraschizzi della cucina in vetro stampato che erano all’apice della moda poco più di dieci anni fa. I produttori hanno offerto molti design, inclusi fiori di dimensioni significative, panorami della città notturna, viste sul mare e placche di frutta e verdura, prati fioriti e persino qualcosa di assolutamente stravagante come sagome nere che emergono attraverso il biancore opaco. Come il tempo ha dimostrato, tali soluzioni sono estremamente difficili da inserire in qualsiasi interno: rendono il design più economico, o sembrano superflui, oppure creano una fastidiosa ondulazione di colore.

Alternativa: oggi, i paraschizzi con la stampa fotografica hanno perso la loro posizione di tendenza, lasciando il posto alle seguenti soluzioni di attualità:

  • vetro semplice trasparente o satinato;
  • piastrella;
  • gres porcellanato con struttura in legno naturale.

Un’altra tecnica incredibilmente efficace ed elegante è un piano di lavoro e un paraschizzi realizzati con lo stesso materiale. Può essere pietra naturale o lastre di granito sottili ed estremamente resistenti con trame e sfumature di marmo e cemento lucidato.

Superfici lucide

La lucentezza è stata un’altra tendenza sconfitta in vista del 2021. Tali superfici contraddicono la tendenza critica della prossima stagione: funzionalità incondizionata e moderazione. Facciate, paraschizzi e piani di lavoro con tale rivestimento si sporcano rapidamente e richiedono una manutenzione costante e il continuo gioco di luce nel tempo è stancante e irritante. Una cucina lucida non dispone né del riposo né dei lavori domestici produttivi – solo al desiderio di pulire continuamente tutto ciò che viene a portata di mano. Evitalo!

Alternativa: le superfici opache non perderanno la loro rilevanza per molto tempo. E questo non è affatto qualcosa senza volto: legno dipinto e legno con una trama aperta, ceramica con un motivo per rocce, pietra naturale: puoi impostare ritmo e armonia all’interno della cucina senza alcuna lucentezza.

Carta da parati strutturata – e carta da parati in generale

Nel 2020, qualsiasi carta da parati sulle pareti della cucina è stata riconosciuta come irrilevante: geometrica e classica, floreale e astratta, piccoli ornamenti e disegni in maxi formato, carta da parati fotografica e persino arte murale. Ora le pareti della cucina si propongono di essere considerate uno sfondo neutro, consentendo di svelare le trame e le sfumature di mobili e oggetti interni.

Alternativa: pittura murale. Inoltre, con le condizioni necessarie, come l’uso solo di vernice di alta qualità, una selezione competente di tonalità e una preparazione della superficie ideale.

Aree di lavoro disordinate

Spesso i proprietari di casa considerano la cucina come uno spazio personale, in cui tutto ciò che è necessario, conveniente, costoso e proprio come dovrebbe essere a portata di mano. Tutti i tipi di sottobicchieri per utensili da cucina e servizi da tè, servizi per spezie e vasi da fiori, taglieri e portafrutta – spesso tutto questo si trova contemporaneamente nell’area di lavoro della cucina. Un discorso a parte merita anche la “sfilata” degli elettrodomestici, quando sul piano di lavoro sono affollati una macchina da caffè, un tostapane e un frullatore. I problemi con una tale organizzazione dello spazio sono evidenti: è una costante sensazione di disordine, difficoltà con la cottura e la necessità di lavare e pulire tutto continuamente.

Alternativa: prima di tutto – ergonomia. Sostituisci i dispositivi versatili con gli apparecchi multifunzionali integrati. Quando ordini un mobile da cucina, calcola le sue dimensioni in modo che tutti gli utensili, i piatti ei prodotti possano adattarsi. Metti da parte scaffali separati per i tuoi accessori preferiti e fiori interni. L’assenza di oggetti non necessari sulle superfici di lavoro creerà la necessaria atmosfera di comfort e concisione, proprio come sulle copertine delle riviste di interior design.

Conclusioni

Ovviamente ognuno prepara la sua cucina nel modo che preferisce. Tuttavia, vale comunque la pena prestare attenzione alle tendenze in cucina da evitare. Oggi i designer si riferiscono a loro come soluzioni che possono interrompere il tuo comfort visivo, psicologico e fisico e impedire la creazione di un’atmosfera davvero armoniosa e accogliente.

Pubblica un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *